Banda periferica terraneo - Scheletro

from Non un sasso indietro Vol​.​II by AA.VV.

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.
    Purchasable with gift card

      name your price

     

lyrics

Volevo essere un fornaio
Per impastare le mie forme
Di come essere sostanza
Di cosa sapere domani.

Volevo essere un mago
Senza conoscere dove andare
Lo stupore negli occhi altrui
Sarebbe stato il mio sidro.

Volevo essere un gendarme
Sentendomi così
Un po’ profeta un po’ figlio di puttana
A tenere le gabbiette in mano.

Volevo essere un infermo
Per potermi lavare nelle vasche
delle ingiustizie altrui
Per piangere addosso alle mie stesse mani.

Ride il villaggio, ride
Delle formiche rosse
Sarebbe bello decidere tu dove stare
In attesa di grandi risposte

Mi hanno proposto un fondo
per le speranze ed il futuro
Talmente profondo da non veder la fine
Così caldo da sentirlo giusto.

Volevo essere un operaio
Per non pensare a niente
Per vedermi il giorno scivolare a fianco
E il sorriso delle mogli dai loro letti

Volevo essere un ubriaco
Per baciare le mani
Di chi da sotto le stelle
Mi raccoglie sull’asfalto ogni sera

Volevo essere un bambino
per camminare scalzo
per le vie del mio borgo senza calpestare
le storie, le storie diverse da me.

Volevo essere un prete, o santone
Per scandire i passi del mondo
Con le mie parabole lucenti
E le mie fantasie intolleranti

Balla il villaggio antico
Tra canti, rose e venti
Mi hanno promesso un altare
Per i cinque continenti

Balla il villaggio stanco
Svendendo i propri ricordi
Da bambino parlavo alle nuvole
Con i miei nastri bianchi

Volevo arrabbiarmi con Dio
Come solo gli ebrei san fare
Di colpo mi trovai nudo e sporco
A grugnire come un animale.

Volevo essere un cadavere annegato
Per poter galleggiare sul fiume
A guardare beato rigonfio
Lo spegnersi placido dell’ultimo lume

Vorrei per sempre da oggi
Scagliare una pietra al cielo
Rompendo quel vetro scuro
Che da solo non mi rende sereno

E voglio per sempre da ora!
Camminare fianco a fianco
Libero dal frastuono
Di ogni disincanto

Così pensava stupito
Uno scheletro del proprio cuore
Senza averlo senza tenerlo
Lo sentiva pulsare d’amore

Pulsava per ogni pensiero
Per ogni sentimento vano
rincorreva la libertà disgraziata
con la sua ossuta mano.

credits

from Non un sasso indietro Vol​.​II, released June 13, 2018

license

tags

about

Distrozione Torino, Italy

Distrozione nasce nel 2005 con l’idea di organizzare concerti e distribuire materiale informativo e musicale. Come ogni progetto, anche questo si pone degli obiettivi e cerca di perseguirli. Uno di questi è, appunto, di riuscire a creare una rete di sostegno economico per quei compagni che si spendono nelle lotte, diffondendo e dando eco a iniziative di conflitto e solidarietà attiva. ... more

contact / help

Contact Distrozione

Streaming and
Download help

Report this track or account

If you like Non un sasso indietro Vol.II, you may also like: